La guida completa per fare soldi con il marketing di riferimento

La guida completa per fare soldi con il marketing di riferimento

La guida completa per fare soldi con il marketing di riferimento


 

Sia le grandi che le piccole imprese devono affrontare una sfida comune e ricorrente: acquisire nuovi clienti. Questo problema è diventato più difficile con Internet e i social media. Ora che i potenziali clienti ricevono messaggi pubblicitari da tutte le direzioni, dovrai impegnarti di più per distinguerti.

Fortunatamente, il marketing di riferimento o target market può aiutarti ad acquisire nuovi clienti senza spendere una fortuna in pubblicità. In effetti, i clienti segnalati valgono il 25% in più per la tua attività rispetto agli altri consumatori.

Questo articolo spiegherà cos’è il marketing di riferimento e discuterà i suoi vari pro e contro. Parleremo di chi può trarre vantaggio da questa strategia e concluderemo con consigli su come iniziare. Entriamo!

 

Un’introduzione al marketing di riferimento

Per dirla semplicemente, il marketing di riferimento è la pubblicità del passaparola. In questa configurazione, i tuoi clienti promuoveranno i tuoi prodotti o servizi ad altri consumatori, come amici, familiari o conoscenti.

In sostanza, è un tipo di marketing di affiliazione in cui i tuoi partner sosterranno il tuo marchio. In cambio, puoi premiarli con pagamenti di commissioni o altri incentivi per i loro referral.

I clienti soddisfatti sono ambasciatori naturali del marchio. È anche più probabile che siano persuasivi poiché si rivolgeranno al loro pubblico esistente anziché a estranei.

Ora, diamo un’occhiata più da vicino ad alcuni dei vantaggi del marketing di riferimento.

 

Pro del marketing di riferimento

Ci sono vari vantaggi nell’usare il marketing di riferimento. Per cominciare, è una strategia conveniente. Puoi incentivare i tuoi partner con pagamenti di commissioni o altri premi, il che significa che non avrai costi iniziali.

Inoltre, i clienti segnalati hanno il 30% in più di probabilità di conversione. Pertanto, puoi ottenere conversioni più elevate con meno sforzo.



Ecco alcuni altri vantaggi del marketing di riferimento:

È un bersaglio elevato. Il marketing di riferimento si concentra sui potenziali clienti che sono già interessati a ciò che hai da offrire. È più probabile che si convertano rispetto a persone che non hanno mai sentito parlare della tua attività prima.Aumenta la consapevolezza del marchio. Il passaparola viaggia veloce, soprattutto quando i clienti indirizzano gli altri alla tua attività. Man mano che sempre più persone acquisiscono familiarità con i tuoi prodotti o servizi, è più probabile che acquistino da te.La strategia si basa sulla fiducia. Quando un cliente ti indirizza a un amico o al suo pubblico, sta garantendo la tua attività. Credono in ciò che hai da offrire e confidano che fornirai un’ottima esperienza.

Testimonianze e recensioni positive dei clienti possono aiutarti a identificare potenziali partner per la tua strategia di marketing di riferimento:

I clienti entusiasti della tua attività sono facili da scegliere per il marketing di riferimento. Puoi contattarli e offrire compensi o incentivi in ​​cambio della promozione della tua azienda.

 

Contro del marketing di riferimento

Tuttavia, ci sono anche alcuni svantaggi del marketing di riferimento. Ti consigliamo di considerare questi svantaggi prima di decidere su questa strategia:

Il marketing di riferimento richiede tempo. Farai affidamento sui tuoi clienti per promuovere ad altre persone. Devi fornire un incentivo e seguire i tuoi partner per assicurarti che stiano spargendo la voce.
Può portare profitti limitati e, a volte, instabili. I clienti segnalati non sempre convertiranno e potresti vedere solo un piccolo profitto da quelli che lo fanno. Tuttavia, se hai un flusso costante di referral in arrivo, i profitti possono aumentare nel tempo.
Il ritorno sull’investimento (ROI) dal marketing di riferimento può essere difficile da misurare. Poiché il marketing di riferimento si basa fortemente sul passaparola dei clienti, può essere difficile tenere traccia di quante persone provengono da ciascuna fonte. Pertanto, consigliamo di utilizzare un software di affiliazione per tenere traccia dei referral.
Il marketing di riferimento può essere meno efficace se hai una piccola base di clienti. Se non hai ancora molti clienti, può essere più difficile incoraggiarli a fare riferimento ad altri. Allo stesso modo, se sei una nuova attività, le persone potrebbero non avere ancora familiarità con il tuo marchio.

Nel complesso, il marketing di riferimento non è perfetto per tutti. Le piccole imprese senza un’ampia base di clienti potrebbero avere maggiori difficoltà ad avere successo con questa strategia di marketing.

Tuttavia, se hai clienti soddisfatti che probabilmente indicheranno i loro amici e il pubblico, il marketing di riferimento può essere un ottimo modo per aumentare la consapevolezza e la fiducia del marchio.

 

Aziende che utilizzano con successo il Referral Marketing

Molte aziende utilizzano il marketing di riferimento in modo efficace. Diamo un’occhiata ad alcune storie di successo per ispirare la tua strategia.

Dropbox offre ai clienti spazio extra nei loro account per ogni referral che fanno, raddoppiando potenzialmente la loro capacità di archiviazione. Dropbox offre un eccellente incentivo per i referral poiché gli utenti ottengono maggiori vantaggi da un servizio che già utilizzano. Gli importi dello spazio di archiviazione possono anche aumentare con ulteriori referral, incoraggiando i clienti a reclutare più persone.

Western Union fornisce codici regalo elettronici Amazon sia ai clienti che ai loro referral. Se un amico inviato invia almeno $100 con Western Union, riceve $20. Questa configurazione offre ai clienti un ulteriore incentivo a invitare più amici e premia quei referral per l’adesione.

 

Come iniziare con il marketing dei referral (consigli rapidi)

Se sei interessato a utilizzare il marketing di riferimento, ci sono alcune cose che puoi fare per iniziare:

Assicurati di avere un ottimo prodotto o servizio che i clienti apprezzeranno. Quando i consumatori sono soddisfatti del tuo prodotto o servizio, è più probabile che facciano riferimento ad altri.

Usa i social media per incoraggiare i referral. Piattaforme come Facebook e Twitter ti consentono di raggiungere i clienti e incoraggiarli a invitare i loro amici.

Consenti ai clienti di invitare i propri amici facilmente. Includi link o codici di riferimento sul tuo sito web, nelle tue e-mail e nelle tue pagine di social media.

Ringrazia i clienti per i referral. Mostra apprezzamento ai clienti che invitano i loro amici inviando loro un biglietto di ringraziamento o un regalo.

Infine, ti consigliamo di utilizzare un software per tenere traccia delle conversioni e dei referral. Il plug-in Easy Affiliate per WordPress ad esempio ti consente di monitorare tutti i tuoi partner e i loro collegamenti da una dashboard centralizzata. Utilizzando le statistiche, puoi vedere quali clienti indirizzano nuovi referral al tuo sito. Puoi anche gestire i pagamenti delle commissioni e altri incentivi con pochi clic.

 

Conclusione

Il marketing di riferimento è un modo conveniente ed efficace per attirare nuovi clienti nella tua attività. Questa strategia può anche espandere la portata del tuo marchio e aumentare la fedeltà dei tuoi consumatori esistenti.

Nel complesso, il marketing di riferimento ha sia pro che contro. Potrebbe non essere l’approccio più efficace se hai un’attività molto piccola o nuova.

Hai domande sul marketing di riferimento? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo. E non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter 🙂

 

Aggiungi un commento0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" o continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie accetti il loro utilizzo.

Chiudi