La generazione Z è pronta per esplorare la vendita diretta

La generazione Z è pronta per esplorare la vendita diretta

La generazione Z è pronta per esplorare la vendita diretta


 

Nata durante un periodo di boom tecnologico e di rovina economica, la Generazione Z è veloce nella tecnologia e dura con i risparmi. Sono cresciuti come individui esperti di tecnologia che hanno utilizzato una tecnologia in movimento più avanzata nella loro prima infanzia rispetto ai loro predecessori. D’altra parte, crescendo in un periodo in cui la recessione ha colpito duramente le loro famiglie, sono più determinati a pianificare le proprie finanze.

Questi sono i due fattori di differenziazione che distinguono la Generazione Z dalla generazione precedente, i millennial. Ciò che è più interessante per le società di vendita diretta è che la Generazione Z è nei primi anni di inizio della propria carriera.

Secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, l’attuale 11% della Gen Z nella forza lavoro americana dovrebbe crescere fino al 30% entro il 2030.

L’acquisizione e il mantenimento della generazione post-millenaria come distributori o come clienti del resto richiede una ricerca e una comprensione approfondite della massa: le loro idee, prospettive e percezioni e, soprattutto, il modo in cui valutano i marchi.

 

6 tratti fondamentali della personalità della Generazione Z che devi considerare

Apprezzano l’individualità e la libertà di espressione. Non vogliono definirsi come un unico stereotipo. Contribuiscono molto alle cause sociali. Credono nel potenziale dei dialoghi per risolvere i conflitti. Prende decisioni basate sulla ricerca, l’analisi e la comprensione della questione in questione. Altruisti rispetto alla generazione millenaria.

Ognuno di questi insieme costituisce il proprio carattere e ognuno ha un ruolo importante da svolgere durante l’inserimento, la formazione e il coinvolgimento di queste personalità astute come distributori di vendita diretta.

 

Integrazione della Generazione Z nella vendita diretta

La generazione Z ama la flessibilità e la libertà di lavorare al proprio ritmo e alle proprie idee. La vendita diretta con il suo potenziale per fornire questo diventerà una scelta ovvia, ma solo se presentata nel modo desiderato. In questo momento, l’imprenditorialità e la flessibilità saranno i punti salienti che potremmo offrire.

Cos’altro?

 

La generazione Z è la generazione più etnicamente e razzialmente diversificata. Amano lavorare con generazioni ed etnie diverse. Quindi, considerando l’ambiente di lavoro, prenderanno in considerazione le aziende che si classificano in alto in termini di diversità e inclusione.

Inoltre, non sono il tipo “go for the brand”, consigliano solo marchi che offrono qualità e valore. Le false promesse e le pubblicità pompose non li attireranno mai. Considerano la qualità dei prodotti e il valore che un marchio offre, un fattore importante nella scelta di iscriversi a un marchio.

Mentre si prepara a salire a bordo della Gen Z,

Includi un’introduzione del marchio.



Fagli conoscere i valori del tuo marchio.

 

Formazione e coinvolgimento della Generazione Z nella vendita diretta

Queste persone già esperte di tecnologia non avrebbero bisogno di molto supporto tecnico per prosperare. Sarebbe molto più facile lanciare nuovi strumenti o tecnologie con la Generazione Z. Eppure metterli in pista sarebbe un argomento da approfondire.

In primo luogo, le aziende di vendita diretta devono aggiornare la propria attività in tutti e tre gli ambiti: social, digitale e mobile. La facilità di accesso e l’aggiornamento continuo attrarranno maggiormente la Generazione Z.

In aggiunta a ciò, le aziende devono notare che la Generazione Z è desiderosa di sviluppare le proprie competenze, un ulteriore vantaggio della vendita diretta che offre alla propria forza lavoro uno sviluppo complessivo delle competenze, sia personalmente che professionalmente. Rinnovare i moduli di formazione dei distributori con moduli di formazione interattivi e ludici manterrà la generazione con te a lungo.

Sono più a loro agio nel lavorare in team e non vedono l’ora di ricevere tutor per supporto emotivo e professionale. Quindi, la creazione di comunità di supporto può aiutare a coinvolgere i distributori e aumentare la loro fiducia.

La generazione Z supererà presto i millennial come distributori e consumatori che ottengono il dominio nel potere d’acquisto.
Lanciare più spesso prodotti innovativi e di qualità insieme a pratiche commerciali sostenibili può rendere il tuo marchio più attraente per questa generazione più giovane.

DSA, nel suo recente sondaggio, ha incluso una domanda volta ad analizzare le prospettive delle sue aziende associate di vendita diretta sulla Generazione Z come pubblico principale. Questo ha accumulato diverse risposte da parte delle società partecipanti che vale la pena leggere.

“Cosa stai trovando di stimoli per avere più successo con i dipendenti  della Generazione Z?”

Il 43% ritiene che i canali digitali, mobili e social attirino di più la generazione Z.

Il 14% crede che mantenere le cose semplici, facili o veloci sia l’approccio migliore.

Un altro 14% non considera la Gen Z come pubblico principale.

Il 10% ciascuno aveva i seguenti motivi per cui pensa che facciano appello alla Gen Z.

Costi o prezzi ragionevoli.

Servizio personalizzato o costruzione di relazioni di fiducia.

Prodotti nuovi o di qualità.

Opportunità di lavoro a distanza o flessibile.

Un marchio che ha uno scopo preciso o lavora per una causa.



 

Le piattaforme di social media più popolari tra la Generazione Z

I social sono stati l’ennesima ciliegina sulla torta. Cresciuti nel grembo della tecnologia, i Gen Z considerano i social media una parte essenziale della loro vita per costruire connessioni, giocare e condividere contenuti.

Conoscere le loro preferenze e modellare le tue strategie di vendita sui social per adattarle ai loro interessi può attirare rapidamente la loro attenzione.

 

Ristorazione per i clienti della Gen Z – I veri nativi digitali!

Una cosa che rende difficile soddisfare questa generazione è che sono pragmatici e meno tolleranti verso diversi punti di vista. Credono solo in un approccio pratico e olistico.

Un recente studio di McKinsey cita che il rapporto della Generazione Z con i marchi è molto diverso da come lo era con le generazioni precedenti. Si propone tre suggerimenti per i marchi per costruire relazioni a lungo termine con i clienti appartenenti alla Generazione Z.

“Consumo come accesso piuttosto che come possesso” – I membri di questo prodotto generano valore come servizio piuttosto che come qualcosa da possedere. Non sono interessati a sfruttare le relazioni ma preferirebbero condividere l’esperienza per migliorarle, prenderebbero anche in considerazione di lavorare per i marchi che amano per estendere la loro relazione.

“Il consumo come espressione dell’identità individuale” – Questo caso si basa sia sui millennial che sulla generazione Z. A loro piace ostentare il marchio come una questione di identità personale, cioè amano i marchi che completano la loro individualità. Apprezzano i marchi che offrono loro offerte personalizzate.

“Il consumo come questione etica” – La Generazione Z è così obbligata a mantenere standard etici elevati in tutto ciò che fa, sia nella vita personale che professionale. Si aspettano e supportano marchi che integrino anche la loro identità etica.

 

La tua attività di vendita diretta ha bisogno di una trasformazione completa per accogliere la Generazione Z

Sono un gruppo pragmatico di individui desiderosi di analizzare le cose prima di prendere decisioni. Convincerli, quindi, è un compito arduo per le aziende su cui lavorare.

Tuttavia, queste piccole modifiche potrebbero aiutarti a proporre al meglio il tuo lavoro nel Network Marketing!

  • Stabilisci trasparenza e flessibilità nei tuoi processi aziendali.
  • Se hai una strategia valida per tutti, esploderà. Riparalo subito.
  • Questa generazione digitale si aspetta che i marchi diventino tutti mobili.
  • Creare canali di comunicazione affidabili e favorire lo scambio di idee.
  • La generazione Z ama guardare i risultati. Mostra loro i loro progressi e promozioni. Il fidanzamento resta.

La Generazione Z sarà senza dubbio il futuro della vendita diretta. Con le loro idee più fresche e le diverse competenze, conquisteranno sicuramente il mercato. Tuttavia, la creazione di team multigenerazionali è necessaria per creare una linea di pensiero diversificata e da questa diversità derivano competenze e scambio di prospettive più fresche. Anche sfruttare l’esperienza delle generazioni più anziane a vantaggio dei più giovani sarà fondamentale per il loro sviluppo.

Lo sviluppo di queste informazioni si rivelerà il corso del successo per le aziende di vendita diretta in futuro. Nonostante la qualità dei prodotti o dei servizi, cercano marchi che abbiano una proposta di valore unica che influisca anche sulla vita delle persone che li circondano. Insomma, i Gen Z non considerano il brand un trend da sfoggiare ma qualcosa che rispecchia la propria identità.

I marchi che catturano lo spirito del tempo della generazione vedranno sicuramente una trasformazione nelle loro attività nei prossimi anni.

 

Aggiungi un commento0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" o continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie accetti il loro utilizzo.

Chiudi